• Camilla Sentuti

Those Stupid Little Things


Everybody has its own indispensable things he or she can’t absolutely give up on. Those tiny things he or she likes to do and those that if not done drive him/her completely crazy. I, of course, have mine as well. I am pretty sure that when God created me he must have spilled a couple of ingredients more than necessary cause by re-reading this post I realized that maybe I’m not as normal as I thought I was.

So here is a list of Those stupid little things that make Camilla…well, simply Camilla!

DISHES: I loooove doing the dishes! It’s so much fun to me, it really is! When my bf walks past me he always gives me those looks of total unapproved and sad surrender, as to say “look at her, poor little thing”. Deep down a part of him must think that I am a total idiot to like doing something like this. But that’s all good, I know he loves me no matter what…. right, my love?


THE HOLY MOMENT OF “UNWRAPPING”: Everything to be precise. It may sound crazy I know but I go completely berserk if I don’t get to unwrap the Box, package, cd, magazine or whatever it is that I bought, longed for, desired and that is finally there, right in my hands, totally ready and willing to be A. unwrapped and B. contemplated to the fullest. Once again, my bf is maybe as curious of a person as I am, and whenever the postman brings something and I am not home he gets to it and OPENS IT!! And obviously he knows far too well that that drives me nuts…but guess what? He keeps doing it! Carefree and careless, can you believe it?


WRAPPING: I love wrapping things up as much as I love unwrapping them. Needless to say, I am the happiest person on earth when Xmas time arrives. A part of me has always been secretly jealous of those girls who get hired in stores right before the holidays just to wrap up the things people buy for Christmas…Who cares about fashion?! Let me just wrap those cute little presents the whole day and I am totally yours!


READING, BUT ALWAYS FIRST: If I buy a magazine, a book, or any other thing that can be browsed and read, then I absolutely and unquestioningly have to read it before anyone else will. I mean, don’t get me wrong, second hand is totally fine, but the pleasure of reading a new magazine is just priceless. Once I get to the last page, you can do whatever you want with it, but FIRST, let ME read it! And with the last page, I mean also the BVLGARI advertising in the back cover. I dunno why there is always BVLGARI advertising in every damn back cover!


SNIFFING EVERYTHING: I adore sniffing everything. Not just food and drinks and whatever else that might be eaten but literally EVERYTHING! Once the eyes have fallen in love the smell must be equally appealing. Nobody wants to buy something smelly, no matter how good it might look! And I am no exception!


THE POST-SHOPPING REVISION OF MY PURCHASES: This is an even holier moment than the unwrapping one. I would define it as heavenly and totally satisfying. Once back home and changed in cozy pajamas the REAL pleasure can finally start. Yoga position on the bed, take a deep breath, and carefully reach for the first shopping bag of the day. Pull out whatever there is inside and start placing its content around you in a nice and organized way. Once you are through the first bag, go get the other ones and empty them until everything is spread around you. Now, this is the moment when you can contemplate the result of a full day of hard shopping. You went looking for them, you compared them, you desired them, you purchased them, you dragged those heavy shopping bags around the city the whole day and now you finally got back home. For all the reasons above: Do not let anybody get between you and your contemplating moment. Shopping really is hard work after all!


COTTON BUDS: Last but not least, the benefits of using cotton buds. From what I have been told when I am using them my face becomes something between total pleasure and idiocy. Mouth slightly open, eyes semi-closed and the breathing slows down for a few seconds as not to ruin the atmosphere of this magical moment between my personal hygiene and me. My mum once told me this is exactly what happens to my father too when he uses them…who said girls always look like their mothers were definitely wrong.


Okay, now you really know quite a bit more about me. At this point you have several different options: First one: you can decide to immediately close my blog never to come back, labeling me as the cotton buds mad woman.

Second option: you can keep on reading my blog anyway, while in the meantime, looking for a really good specialist to eventually suggest to me in order to prevent me from getting dumber than I already am.

Third option: You can have a good laugh while thinking that maybe if I was able to steal you a smile, it wasn’t this bad after all. Sometimes it’s good to make a little deviation from heels, clothes, and accessories to give a bit more room to our true daily life. After all, inside those dresses and in those killer heels there’s the US. Apparently very normal people at a first glance but definitely unnormal ones once known. The third option is of course the one I would like you to choose but the last call is yours anyway.

Obviously, without stop reading my blog not even for one day, let it be clear 😉



Ognuno ha le sue fisse. Quelle piccole cose che ama fare o quelle fobie che se non placate lo fanno andare fuori di testa. Io ovviamente non sono da meno. Ovviamente. Sona abbastanza sicura che quando Dio mi creò ha buttato qualche ingrediente di troppo nel calderone, perchè scrivendo questo post mi sono resa conto che tanto normale forse non lo sono. Ma basta con le chit chat come le chiamano qui in America, e lascio giudicare voi, che forse siete un tantino meno anormali di me: Piccole Stupide Cose che rendono Camilla….bhe, Camilla!

I PIATTI: Adoroooo fare i piatti! Mi diverte, e tanto anche. Quando il mio ragazzo passa nel corridoio mi lancia sempre occhiate di totale rassegnazione. Credo pensi che sia una totale deficiente per piacermi una cosa del genere. Ci intravedo anche un pizzico di compassione, come per dire “poverina, non si rende proprio conto” Ma va bene così, in fondo lo so che mi ama per quella che sono. Vero amore? 😉 IL SACRO MOMENTO DELLO SCARTARE (qualsiasi cosa): Si, sembrerà assurdo ma vado completamente fuori di testa se non apro IO il pacco, il giornale, il CD o qualsiasi altra cosa che ho comprato e desiderato e che finalmente è li tra le miei mani pronta per essere scartata e contemplata. Sempre il mio ragazzo che è forse curioso quasi quanto me, è solito aprire i pacchi delle cose che ricevo dal caro e buon postino. Inutile dirvi che la cosa provoca in me bollenti istinti omicida nei confronti della sua persona. E CONTINUA a farlo! Can you believe it??? Pensate che quando ero piccola incartavo le mie cose per poi divertirmi a riscartarle… totalmente da padiglione C. INCARTARE: Adoro incartare, sopra ogni cosa, i regali ovviamente ( e qui vi riporto alla fine del punto precedente). Potete quindi immaginare la mia espressione beata nelle giornate pre-natalizie. Una parte di me è sempre stata segretamente invidiosa di tutte quelle commesse che sotto le feste vengono assunte al solo fine di fare pacchetti e pacchettini. Voglio fare la marmottina anch’io cavolo!! Chissenefrega della moda! LEGGERE, MA SEMPRE PER PRIMA: Se compro una rivista, un libro o qualsiasi cosa che possa essere sfogliata, devo assolutamente essere la prima a 1. scartarla (e questo lo sapevate già), 2. leggerla e sfogliarla. Anche in questo caso do di matto se il mio acquisto viene “profanato” da mani altrui prima che la leggittima proprietaria, ovvero io, non abbia finito di visionarlo. E per finito intendo anche la retro copertina con pubblicità di BVLGARI annessa. Non so perchè c’è sempre BVLGARI alla fine di ogni giornale. ODORARE QUALSIASI COSA: E questo punto è probabilmente una spiegazione a quello precedentemente descritto di sopra. Amo odorare le cose. Non solo cibi o bevande, ma TUTTO. Lo adoro. Se catturano la mia attenzione, e mi attraggono visivamente, arriva anche l’odoramento. In fondo una cosa puo essere bella quanto volete ma se puzza chi la vuole? Io NO di certo! LA REVISIONE POST SHOPPING DEI MIEI ACQUISTI: Questo è un momento anche più sacro dello scartamento. Lo definirei quasi paradisiaco, e sopra ogni cosa, di soddisfacimento assoluto. Arrivata a casa, posate le buste dei miei acquisti che hanno messo a dura prova le mie povere mani, e finalmente cambiata in un comodo pigiama inizia la goduria. Quella vera. Posizione yoga sul letto, (rigorosamente rifatto poichè deve fungere da “tavola” dove disporre in modo ordinato e armonioso i “danni” della giornata) e si inizia dalla prima busta. Il contenuto deve essere disposto ad effetto Show Room, ovvero in modo ordinato e preciso, cosi da massimizzare i benefici del momento tanto atteso. Continuate fino a che l’ultima sacca non è stata vuotata, completato questo step prendetevi tutto il tempo necessario per ammirare i frutti del vostro duro lavoro. Voglio dire, fare shopping, e farlo bene, è davvero faticoso, per il corpo e per la mente, altroche! COTTON FIOC: Ultima ma non d’importanza, i benefici dell’uso dei cotton fioc. Da cio che mi dicono quando li uso la mia faccia si trasforma in una smorfia a metà strada tra la goduria e la demenza. La bocca si apre, un occhio si strizza, mentre il respiro si ferma, quasi per non infastidire l’atmosfera di questo momento tra me e la mia igiene personale. Mia madre mi disse una voltà che questo è tutto ciò che capita anche a mio padre quando li usa. E poi dicono le figlie sono tutte la mamma! Ecco, ora sapete veramente un po’ piu di me. Adesso avete diverse opzioni:

la prima, potete decidere di chiudere il blog istantaneamente per non farci più ritorno, etichettandomi come la pazza dei cotton fioc. la seconda potete continuare comunque a leggere il mio blog, cercando nel vostro tempo libero uno specialista di quelli bravi da consigliarmi che mi renda un po’ meno scema.

La terza invece, potete farvi una risata, pensando che se in fondo sono riuscita a strapparvi un sorriso non deve essere stato poi tanto male. Ogni tanto fa bene sviare da tacchi, vestiti e accessori per parlare un po’ di “vita vera”. In fondo dietro quei vestiti e dentro quei tacchi da 15 cm ci siamo noi. Persone normalissime all’apparenza ma anormalissime se conosciute. La 3rza opzione è decisamente quella che vorrei sceglieste, ma l’ultima parola sta comunque a voi. Ovviamente senza smettere di leggere il mio blog sia chiaro! 😉